Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Irtet Bk Casapulla – CAB Solofra 62-83

IRTET CASAPULLA: Benenato 14, Pavone 4, Di Lorenzo 11, Delli Paoli 2, Olivetti 9, Fusco, Maiello 2, Damiano 2, Nacca E. 16, Avella, Lillo G., D’Aiello 2. All. Monteforte

CAB SOLOFRA: D’Argenio, Cantelmo 25, Pergolese 4, Esposito 5, Coppola 14, Ferrara 2, Di Lauro 12, Tammaro, Gasparri 8, Izzo 13. All. Iannaccone   

ARBITRI: Guerrasio e Morra di Napoli.

PARZIALI: 15-22, 37-41, 56-64.

Si chiude con la quarta sconfitta consecutiva la regular season dell’Irtet Casapulla, travolta a domicilio dal CAB Solofra 62-83. Con questo ko i gialloviola perdono anche il fattore campo nel primo turno dei playoff, agganciati e sorpassati proprio dai solofrani, in vantaggio 2-0 nei confronti diretti stagionali.

I gialloviola, in piena lotta per la seconda piazza, scendono in campo con tantissime assenze (ben cinque), ma reggono bene l’urto nelle battute iniziali, mantenendosi a galla grazie alle triple di Di Lorenzo, Olivetti e Nacca. Sul fronte opposto, invece, il Solofra appare molto più energico e si affida soprattutto alle giocate di Cantelmo (8 punti nel periodo) e Coppola per tenere indietro i rivali. Benenato prova a ridurre il gap, ma ancora Cantelmo, con l’ausilio di Coppola e soprattutto alla presenza di Di Lauro sotto i tabelloni, dà il ‘la’ alla prima fuga degli ospiti (15-22 al 10’). Di Lauro continua a farsi sentire in vernice, ma Di Lorenzo riporta a due possessi il Casapulla grazie a cinque punti filati. L’intensità difensiva messa in campo dai padroni di casa è la chiave della risalita e Benenato chiude un parziale di 9-4 per i gialloviola (24-26, -6’30”). L’elastico nel punteggio è però una costante l’ingresso dei 205 cm di Izzo, di scuola Scandone Avellino, sono un’arma in più per i viaggianti. Nacca dà la scossa all’Irtet e infila un paio di canestri dal perimetro (inclusa una tripla), mentre Damiano, che recupera anche diversi palloni, impatta a quota 31 con 4’46” da giocare. Un minuto dopo tocca ad Olivetti siglare il sorpasso (33-32 al 17’), ma purtroppo il Casapulla non trova continuità e concede una miriade di seconde e terze chance, tagliando fuori male e poco i rimbalzisti dei conciari. Gli esterni ospiti sono bravissimi a guadagnarsi viaggi in lunetta ed a convertirli e 4 punti di Coppola archiviano la prima metà sul 37-41.

Al rientro dalla pausa lunga Pavone infila un paio di canestri e la pressione della difesa allungata paga buoni dividendi ai casertani. Che mettono la freccia e sorpassano il CAB con una bomba di Di Lorenzo (44-43 al 23’). Da li in poi però è notte fonda per il team guidato da coach Francesco Monteforte. I backdoor sulla linea di fondo di Cantelmo, una tripla di Di Lauro e le giocate di Coppola ribaltano completamente l’inerzia del match e valgono il break che si rivelerà decisivo. Gli irpini piazzano un mortifero 0-13 (44-56 al 26’), chiuso da Cantelmo e, solo dopo almeno tre giri di lancette di astinenza, è Nacca a muovere il tabellone per i casapullesi, grazie ad una conclusione pesante a bersaglio. Benenato è bravo a convertire i tanti liberi guadagnati ed ancora Nacca riaccende la fiammella del sodalizio di stanza sull’Appia (tracciante del 54-60, -1’18”). A riaprire definitivamente i giochi ci pensa, però, il baby Pasquale Delli Paoli (classe 2000) che sigla il -4, segnando i suoi primi punti tra i senior alla sua seconda presenza. Il CAB però non demorde e grazie ai lunghi Izzo e Pergolesi riprende un buon margine (56-64 al 30’). Nella frazione conclusiva il Casapulla si affida troppo alle conclusioni dal perimetro, a differenza dei conciari che hanno in Izzo un vero e proprio totem nel pitturato: il pivot irpino ne mette 7 in fila (sui 9 nel quarto) e fa volare i suoi sul +15, convertendo anche un delizioso alley hoop. L’Irtet non ne ha più, trova 6 miseri punticini in tutto il quarto, sprofondando sotto i colpi di Cantelmo e Di Lauro che regalano successo e quarta piazza alla formazione guidata da Iannaccone.

Per l’Irtet Casapulla i playoff si preannunciano in salita; s’inizia domenica a Mugnano.

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La Gma Pozzuoli vince una vera e propria battaglia contro un Udas Cerignola mai doma ed è già matematicamente seconda accedendo in questo modo alla finale play off contro la seconda del girone D a campo neutro che porta in serie B. I gialloblù però attendono adesso anche il risultato di domani del match tra Teramo e Cefalù dove una sconfitta dei siciliani in terra abruzzese aprirebbe per Serpico e i suoi ragazzi la possibilità di giocarsi la promozione diretta nella serie cadetta in terra siciliana tra sette giorni. Verrebbe da dire corsi e ricorsi storici a vent'anni di distanza da quella centrata dalla Serapide Pozzuoli a Ragusa: ma questa è un'altra storia. La sfida contro Cerignola ha visto i gialloblù per due volte avere il match in tasca e per altrettante vederlo quasi sfilare. E' nel terzo periodo che i flegrei, in un Pala Errico finalmente gremito all'inverosimile, hanno piazzato il break che ha messo ko gli avversari: 23-11 e pratica archiviata. Una gara lunga e lottata su ogni singola azione anche se man mano che passavano i minuti la palla diventava sempre più pesante nelle mani dei giocatori sul parquet della Solfatara. In evidenza tra le fila gialloblù il solito Orsini (21 punti, 8 rimbalzi, 3 recuperi e 25 di valutazione), non da meno anche l'americano Lewis (19 punti, 10 rimbalzi, 2 assist e 24 di valutazione). Ma in generale è tutta la squadra di coach Serpico che ha lottato e girato bene e soprattutto non si è disunita quando Cerignola è risuscita a recuperare il gap di -17 e raggiungere la parità. Nel primo quarto i gialloblù partono bene sospinti da Orsini anche se il match è in piena parità (15-15 all'8'), poi, Pozzuoli riesce a chiudere avanti di quattro il primo periodo (22-18). Nel secondo la regia veloce di Orefice e Salzillo riesce a fermare la difesa asfissiante degli ospiti con la Gma che si porta sul 48-31 al 19'. Ma in un minuto Cerignola recupera ben sette lunghezze e si riporta sotto a metà partita (48-38). Nel terzo periodo gli ospiti sembrano avere una marcia in più con Pozzuoli che arranca e soffre il dinamismo di giocatori come Malat e Marchetti tanto che il match si riapre con Cerignola che impatta al 30'(63-63). Poi, come già detto Pozzuoli ci mette il cuore e sospinto dal suo straordinario pubblico vince una gara, la terza consecutiva, che consente a Serpico e ai suoi ragazzi di qualificarsi per la finale che vale la serie B.

GMA POZZUOLI 86 - UDAS CERIGNOLA 74

Gma Pozzuoli: De Rosa ne, Orefice 11, Salzillo 1, Pekic 9, Caresta ne, Orsini 21, Esposito ne, Aprea 5, Errico 13, Loncarevic 7, Lewis 19. All. Serpico

Udas Cerignola: Cipri, Serazzi 8, Marchetti 25, Falcone, Triglione ne, Malat 26, Mennuni ne, Tredici 2, Voss 13, Ulano. All. Marinelli

Arbitri: Fabiani di Livorno e Iozzi di Siena

NOTE

Tiri da 2: Pozzuoli 19/36 - Cerignola 16/37

Tiri da 3: Pozzuoli 12/24 - Cerignola 8/23

Tiri liberi: Pozzuoli 12/22 - Cerignola 18/26

Rimbalzi: Pozzuoli 43 (Lewis 10) - Cerignola 30 (Malat 8)

Palle perse: Pozzuoli 17 - Cerignola 16

Palle recuperate: Pozzuoli 17  - Cerignola 18

Valutazione: Pozzuoli 98 (Orsini 25) - Cerignola 62 (Marchetti 26)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dike Basket con S.O.S. Scuola a San Giovanni

Anche lo sport per la riqualificazione dell’Istituto Sarria-Monti

Sport e impegno sociale, qualche volta, possono coincidere. È capitato venerdì 27 maggio, quando le giovani promesse del settore giovanile della Dike Basket si sono recate in visita all’istituto “Sarria-Monti” di San Giovanni a Teduccio. Un incontro speciale e particolarmente atteso dai piccoli studenti, organizzato negli stessi giorni in cui le due scuole del quartiere sono animate da un grande fermento per il passaggio di “S.O.S. Scuola”. Un progetto nazionale, promosso dall’associazione Alveare per il sociale, che, dopo Palermo, Roma e L’Aquila, fino al 31 maggio farà tappa a Napoli per riqualificare, insieme ad allievi, insegnanti e genitori, l’istituto scolastico.

L’evento di venerdì ha coinciso con la fine del progetto annuale “Mini basket a scuola" ideato da Domenico Battaglia, istruttore di minibasket della Dike Basket Napoli, che ha dato l’opportunità agli allievi della scuola primaria “Sarria” di approcciarsi a questo sport.

Un progetto alla sua prima edizione ma che la Dike Basket ha intenzione di perseguire anche nei prossimi anni, come spiega Domenico Battaglia: “Il progetto di mini basket quest'anno ha visto la partecipazione di 9 classi. Ora, con la dirigente scolastica, abbiamo cercato un'intesa per dargli continuità e portare anche nella zona Napoli Est il mondo del mini basket”.

Intento che la dirigenza scolastica condivide: “Noi abbiamo puntato molto sullo sport, perchè crediamo fermamente che sia uno strumento di lotta e di contrasto ad ogni forma di prevaricazione, violenza e criminalità”, ha dichiarato Donatella Valentino, dirigente scolastica dell'IC Sarria-Monti. Un’esperienza particolarmente preziosa in un quartiere come San Giovanni a Teduccio, caratterizzato da un contesto sociale a rischio e purtroppo povero di spazi e attività al servizio di bambini e ragazzi.

“Giornate di sport come questa, così come i laboratori di creatività che il progetto S.O.S. Scuola sta proponendo ai nostri figli – hanno dichiarato due mamme – sono un'ottima alternativa ai pomeriggi passati per strada”.

Il laboratorio di mini-basket che si è svolto durante l’anno e l’incontro di venerdì rappresentano solo l’inizio di un percorso. Che, anche grazie alla generosa collaborazione dell’associazione sportiva dilettantistica “Charlatans Basket”, potrà adesso avere un futuro. La “Charlatans”, insieme alla onlus Dare Futuro del Dott. Roberto Pennisi, si è infatti impegnata a donare due canestri e 20 palloni alla scuola “Monti”, che fino a oggi ne era sprovvista. “Il nostro obiettivo è creare dei punti nella città dove  i ragazzi possano praticare lo sport in modo libero e indipendente. Abbiamo scelto proprio il progetto della Scuola Sarria-Monti, segnalatoci dal Comune di Napoli, come iniziativa pilota perchè è un progetto che non riguarda solo i ragazzi, ma tutto il quartiere”, afferma Massimo Silveri, socio della Charlatans Basket, presieduta da Giancarlo Garraffa.

Un regalo, il loro, che è stato molto apprezzato sia dal corpo docente che dai ragazzi. “Finalmente – esulta la professoressa di educazione fisica Rossana Irmici – potremo utilizzare il campo di basket e replicare la proficua collaborazione avuta con Domenico Battaglia al plesso Sarria anche qui al Monti”. Un entusiasmo condiviso anche dagli allievi: “È bello – confessa Gabriele, studente della 1° – poter fare un altro tipo di sport a scuola, oltre al rugby”.

“Sicuramente continueremo il prossimo anno perchè la Dike crede molto in questi progetti, sportivi ma soprattutto di integrazione sociale, per  avvicinare sempre più famiglie al mondo della pallacanestro”, afferma Massimo Protani, General Manager della Dike Basket, a testimonianza dell'impegno della società a continuare il lavoro intrapreso con le scuole.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La gara contro l'Udas Cerignola di questo sabato rappresenta per la Gma Pozzuoli e per i pugliesi una vera e propria finale. Già perché vincendo i gialloblù sarebbero matematicamente qualificati alla finale con la seconda del girone D per l'accesso alla serie B. "Contro il Cerignola ci giochiamo sia noi che loro un'intera stagione - spiega il coach Mauro Serpico -. Sappiamo molto bene le insidie che nasconde la partita, siamo sereni e tranquilli. In settimana abbiamo lavorato bene con la consapevolezza della posta in gioco. Non sarà assolutamente il match dell'andata, anzi, dobbiamo mettere da parte quella partita e giocare per quaranta minuti con la stessa intensità e determinazione. Mi auguro che il Pala Errico sarà gremito all'inverosimile: il sostegno dei nostro tifosi può essere determinante e dare ancora di più la carica giusta a tutta la squadra. Dovrà essere prima di tutto, comunque, una bella giornata di sport".

GLI AVVERSARI L'Udas Cerignola ha due punti in classifica forte del successo dell'andata contro i flegrei. La squadra è guidata da coach Marinelli e, finora, è la peggior difesa del girone con 351 punti incassati (87,8 a partita) e il secondo miglior attacco con 311 punti realizzati (77,8 a gara). I migliori realizzatori sono la guardia americana Malat con 88 punti (22 a gara), il centro statunitense Voss con 77 punti (19,3 a partita), il capitano e playmaker Serazzi con 45 punti (11,3 a gara) e Tredici con 40 punti (10 a gara). I pugliesi avranno al seguito circa un cinquantina di supporters.

ROSTER E ARBITRI

Gma Pozzuoli: De Rosa, Orefice, Salzillo, Pekic, Longobardi, Caresta, Orsini, Esposito, Aprea, Errico, Loncarevic, Lewis. All. Serpico

Udas Cerignola: Cipri, Serazzi, Marchetti, Falcone, Triglione, Malat, Mennuni, Tredici, Voss, Ulano. All. Marinelli

Arbitri: Fabiani di Livorno e Iozzi di Colle di Val D'Elsa

MEDIA La gara Gma Pozzuoli-Udas Cerignola sarà trasmessa in differita su Campi Flegrei (551 e 877 del digitale terrestre) martedì 31 maggio alle ore 21 e in differita sabato alle ore 14,15 e 23,15. Inoltre, potrà essere vista anche in streaming e ondemand sul sito www.tvcampiflegrei.it

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Irtet Bk Casapulla - Pastificio Setaro BaskeTorre ’09 Torre Annunziata 64-40

IRTET CASAPULLA: Benenato 19, Pavone, Di Lorenzo 8, Bonsignore 5, Olivetti 17, Maiello 3, Pietropaolo 2, D’Addio, Damiano 2, Nacca E. 4, Lillo G., D’Aiello 4. All. Monteforte

PASTIFICIO SETARO TORRE ANNUNZIATA: Guida, Costantino, Balzano 3, Di Luise 3, Petrocelli 9, Manco, Di Maria 3, Santoro 2, Fontanella 4, Festa 12, Manzo 2. All. Betteghella

ARBITRI: Dell’Infante e Marotta di Avellino.

PARZIALI: 14-10, 29-21, 47-31.

Servirà la ‘bella’ tra Irtet Casapulla e Basketorre per decretare chi farà compagnia alla corazzata NP Sarno Il prossimo anno in C Silver. Infatti, al PalaNatale di Casapulla, i padroni di casa travolgono il Pastificio Setaro 64-40 ed impattano la serie, rimandando il verdetto finale alla sfida di domenica sera alle 21 in terra oplontina.

Il piano-gara dell’Irtet è chiaro fin dalle prime battute: correre ed evitare che i biancoblu occupino l’area, mentre nella metà campo avversaria la pressione sulla palla e la difesa allungata sono d’obbligo. E così, dopo il botta e risposta Petrocelli-Di Lorenzo che apre le danze, si vede una sfida da playoff, fatta di tanta difesa, percentuali basse al tiro e agonismo alle stelle. Dopo metà primo quarto siamo sul 4-2, con Torre che in seguito conquista tanti falli e converte i liberi a disposizione. Olivetti mette sei punti in fila e porta i suoi sul 10-7, ma i personali di Santoro e Festa permettono ai viaggianti, rigenerati da un quintetto fatto di cinque esterni, di restare in scia. Ci pensa però Benenato con un paio di canestri a piazzare il nuovo allungo dei gialloviola (14-10 al 10’) ed è la stessa ala a mettere la zampata della prima fuga (19-12 a -6’43”) con un ‘and one’. Il Basketorre soffre l’arcigna difesa dei casapullesi, Santoro e Fontanella sono praticamente francobollati e Petrocelli raddoppiato il più delle volte. Tant’è che i torresi segnano solo due liberi nei primi 5’30” del periodo. Olivetti trova due tabellate dalla media che tengono a -9 i rivali e solo qualche errore a cronometro fermo del Casapulla permette ai dirimpettai di rosicchiare qualcosa. L’esperienza dell’ex di turno Fontanella, un po’ in ombra, si fa sentire e proprio l’esterno di scuola Sant’Antimo trova un filotto di quattro bersagli dalla linea della carità che riaccendono la sfida (26-20 a -1’44”). Benenato e Di Lorenzo ricacciano indietro la Setaro e a metà gara si va sul 29-21, con gli oplontini che segnano 13 dei 21 punti dalla lunetta. Al rientro il team allenato da coach Betteghella cambia registro ed invece di continue soluzioni infruttifere dall’arco dei 6,75, appoggia di più la palla in vernice. La scelta paga dividendi alti solo col passare dei minuti, perché prima la tripla di Olivetti vale il primo vantaggio interno in doppia cifra (32-21), ma poi Petrocelli si accende e griffa sei punti filati che dimezzano il divario (32-27 al 23’). Il blackout del Casapulla viene interrotto da D’Aiello e col passare dei minuti anche la retroguardia torna a farsi valere. Il break di 15-4 dell’Irtet che decide la contesa è opera di un Benenato inarrestabile (19 punti) e di un Di Lorenzo finalmente efficace, mentre Olivetti (17) resta inafferrabile per i biancoblu. Che inseguono all’ultimo mini-riposo sul 47-31. Dopo un giro di lancette dell’ultima frazione Nacca sgancia la bomba che spezza le gambe al Torre Annunziata (50-31 al 31’); Olivetti, Bonsignore e soprattutto Benenato danno il colpo di grazia (59-36 al 36’) e così gli ultimi quattro minuti sono un lunghissimo garbage time, in cui gli allenatori danno spazio alle seconde linee e preservano gli atleti per la sfida conclusiva di domenica prossima. Tra le file dell’Irtet Damiano e Maiello hanno il tempo di iscriversi a referto, mentre Festa (12) è l’unico a toccare la doppia cifra tra gli ospiti. L’appuntamento è per le 21 di domenica 29 maggio presso il Liceo Pitagora di Torre Annunziata.

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Da domenica al via la Finale Nazionale Under 16 a Battipaglia

De Caro “Daremo il massimo”

“Lo spettacolo continua a Battipaglia”. Uno slogan, una certezza. Dopo la Finale Nazionale Under 19 della passata stagione, questa volta la PB63 ospiterà ed organizzerà la Finale Under 16.

Le migliori sedici formazioni italiane si sfideranno tra il Pala Zauli e la Tendostruttura, tra queste anche le padroni di casa della Treofan Battipaglia di coach Cavaliere. Trentadue saranno le partite, quindi nessuna paura di annoiarsi. Si inizierà domenica 29 maggio e si concluderà sabato 4 giugno. Tutti i pomeriggi, fatta accezione per la giornata di mercoledì 1 giugno, sempre in campo ininterrottamente (sabato 28 invece la cerimonia d’apertura). Ma lo spettacolo non andrà in scena soltanto sul parquet, anche all’esterno. Nello spiazzale che divide le due strutture spazio al Treofan Village, location nella quale sarà possibile distrarsi dalle tensioni delle partite. Come? Degustando i piatti tipici locali e divertendosi con lo staff di Radio Castelluccio che con la sua musica colorerà le giornate della Finale Nazionale.  

Appuntamento voluto fortemente dalla società e dalla squadra, con quest’ultima ormai pronta a calpestare nuovamente il proprio parquet: “Ormai l'evento più atteso di tutta la stagione sportiva è arrivato. Di certo non manca la voglia di far bene nella nostra città, davanti al nostro pubblico. Dall'Interzona ad oggi siamo cresciute molto, è stata l’occasione per riconoscere i nostri limiti e lavorarci con il massimo impegno per cercare di abbatterliracconta il centro Chiara De Caro -. Ora c’è solo bisogno di tutto l'impegno possibile e del gioco di squadra che siamo già riuscite a creare più volte durante l'anno. Ovviamente daremo il massimo per andare il più avanti possibile durante questa fase e per raggiungere così gli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio anno”.

L’intera manifestazione sarà possibile seguirla sui social network della PB63 ed in diretta streaming sul portale www.megabasket.it.

Battipaglia, 27-05-2016

           Responsabile Comunicazione

                                                                                                                                                                               Enrico Vitolo

                                                                                                                                                        392-0691410

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara del Campionato Under 18 maschile- Finale Campania:

 

Azzurro Napoli Basket - Città dei Ragazzi 56-60

 

Palestra - Viale Europa  TELESE TERME (BN)

 

12 maggio 2016