Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara del Campionato regionale Under 14 Elite, Girone A Campania:

 

Ass. Pall. Cercola - ACSI Basket 90 48-58

 

PALASIRIO - Viale dei Fiori CERCOLA (NA)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara del Campionato regionale di Under 14 femminile, Girone C Campania:

 

Azzurra Cercola - Minibasket Battipaglia 81-20

 

Palazzetto - Viale Dei Platani 4  CERCOLA (NA)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara del Campionato regionale di Under 16 femminile, Girone A Campania:

 

Dike Basket Napoli - Nuova Pall. Avellino 42-54

 

PALASIRIO - Viale dei Fiori CERCOLA (NA)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nell'apposita sezione "Foto" del nostro portale www.campaniabasket.it, abbiamo pubblicato le foto del servizio fotografico effettuato durante la gara del Campionato regionale di Under 14 femminile, Girone C Campania:

 

Azzurra Cercola - GIVOVA Ladies Scafati 41-43

 

Palazzetto - Viale Dei Platani 4  CERCOLA (NA)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Continua la rincorsa della formazione under 16 del Centro Basket Torre Annunziata alla vetta della classifica. Domenica mattina c'era da riscattare la cocente sconfitta subita all'andata per soli due punti ad opera della Folgore Nocera e così è stato. Partita messa  sui giusti binari da Alfredo Roy e compagni solo  dopo aver disputato un primo quarto balbettante con un approccio alla gara approssimativo e poco lucido. Con il trascorrere dei minuti Nocera ricuciva i vari tentativi di fuga dei verdoni ed alla fine doveva arrendersi alla maggior fame di vittoria del CBTA. La classifica del girone E del campionato under 16 è davvero molto corta con un equilibrio che giornata dopo giornata non accenna a dissolversi, ovvero alle spalle della capolista Sorrento ed a sole due lunghezze si trovano appaiate  CBTA, Scafati, Sarno e Santa Maria la Carità. Probabilmente già la prossima gara al Palamangano sabato pomeriggio risulterà essere decisiva per la classifica finale, in quell'occasione Nello Saldamarco, Gianluca Cannavale e Carlo Potestio dovranno farsi trovare pronti. Vince la formazione under 15 in quel di Sorrento e consolida il primato con zero sconfitte al passivo. La compagine oplontina, capitanata da Antonio Cirillo, anche qui dopo un primo quarto tintennante, macinava gioco portandosi in vantaggio e gestendo i tentativi di rientro dei padroni di casa. Si conclude così il girone di andata con ben quattro punti sulla seconda che da, almeno per il momento, solide garanzie per il futuro. Settimana ricca di impegni questa in casa Centro Basket, infatti giovedì ritorna in campo l'under 14 che se la vedrà con il Vivibasket Napoli, sempre giovedì l'under 15 anticiperà la prima giornata di ritorno in quel di Ercolano, venerdì l'under 13 sarà di scena a Cercola, sabato l'under 14 andrà a far visita ad Aversa e contemporaneamente ,come dicevamo, l' under 16 giocherà contro Scafati. Nel frattempo in sede arriva l'invito ufficiale per il diciassettesimo Torneo internazionale di Pasqua che si svolgerà a metà aprile a Pesaro.

Ufficio Stampa

Centro Basket Torre Annunziata

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LA SACES MAPEI GIVOVA AGGANCIA IL QUARTO POSTO BATTENDO SAN MARTINO

La Saces Mapei Givova affronta nella terza giornata del girone di ritorno il Fila San Martino di Lupari in una sfida che mette in palio una posizione di vantaggio nella futura griglia play-off. Non c’è spazio per pensare alle assenze pesanti nelle due formazioni (Pastore da una parte, Mahoney dall’altra) perché i due quintetti mettono in campo sin dalle prime battute l’energia giusta. E’ la squadra di Molino a partire meglio e con la tripla di Gemelos e i punti di pura potenza di Gray, vola sul 10-2 al 2’. Il Fila ha in Sulciute un terminale offensivo caldissimo ed è lei a ricucire immediatamente il punteggio prima col canestro del 10-7, e poi con quello del pareggio (12-12 al 5’).  Le squadre prediligono un piacevolissimo gioco in velocità e sono dolorosissime per la difesa del Fila le incursioni di Gemelos per il 19-15 del 7’. La squadra ospite non molla neanche un centimetro, e approfitta alla perfezione delle assenze dal campo di Gray per falli e Chesta per un momentaneo infortunio, per rifarsi sotto con Bailey: il canestro dell’esterna ospite fissa sul 22-21 il finale del quarto. La seconda frazione inizia decisamente al rallentatore ed entrambe le formazioni faticano non poco a trovare la via del canestro: dopo tre lunghi minuti è comunque la bomba di Gemelos a riaprire i giochi (25-21). Sulciute continua ad essere una spina nel fianco della difesa di casa e sempre lei firma il nuovo pareggio (27-27 al 16’). Il rientro di Gray in campo produce gli effetti sperati per la Saces Mapei Givova e la zona ordinata da Abignente subisce sotto canestro la grinta del centro napoletano: è suo l’appoggio del 34-31 ad un minuto dall’intervallo lungo. Ultime battute molto intense, perché il penetra e scarica della Dike trova ancora in Gemelos una straordinaria esecutrice dalla linea dei tre punti (37-33), ma il canestro sulla sirena di Fassina manda le squadre negli spogliatoi sul 37-35. Nel terzo periodo la Dike sviluppa la pallacanestro migliore: Gonzalez inizia il quarto alla grande e produce prima con un paio di canestri e poi con l’assist a Plaisance il più dieci (45-35  al minuto 23). Filippi tiene a galla il Fila (47-41 a metà tempo), poi Gemelos inventa l’entrata che apre il break di 9-0 che permette alla Dike di ipotecare i due punti in palio (56-41). Nel frattempo Gray è tornata dominante sotto le plance, come le giocate di Bailey dall’altra parte rappresentano un motivo di grande interesse per il pubblico presente: il quarto si chiude così 56-45. Ultimi dieci minuti di continui tira e molla nel punteggio: la Saces Mapei Givova non scende mai sotto i cinque punti di vantaggio e trova negli squilli di Plaisance il modo per rimanere sempre in totale controllo della gara (62-54 al 35’). Gemelos (MVP dell’incontro con 24 punti, 10 rimbalzi e 37 di valutazione!) spinge la Dike sul più dieci (68-58 al 37’) e poi sul 71-58 un minuto dopo. Napoli cerca in tutti i modi di ribaltare la differenza canestri dell’andata (a San Martino di Lupari finì 73-63) ma al termine di una serie di azioni concitate, Gray e Bailey fissano anche al Caravita il punteggio finale ancora una volta sul 73-63!

I tabellini. Saces Mapei Givova Napoli: Pastore ne, Cinili 0, Carta 2, Chesta 2, Gonzalez 4, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 18, Gemelos 24, Plaisance 23.Fila San Martino di Lupari: Filippi 5, Tonello 0, Fassina 8, Bailey 22, Keys 1, Beraldi 0, Sulciute 22, Gianolla 5, Sbrissa 0, Fabbri ne.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione
SACES MAPEI GIVOVA DIKE BASKET NAPOLI SSD ARL
Via Argine Nord,927 – 80147 Napoli NA
Tel: +39 0815619232
Fax: +39 0815619232
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L’Ass. Atria Ruggi torna al successo. Coach Pignata “Ottimo approccio”

SALERNO. Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Un inizio convincente di gara consente all’Ass. Atria Ruggi si ritrovare il sorriso. Al Pala Silvestri contro la mai doma Ariano Irpino, finisce 63-45.

L’inizio di gara è determinante per le rosso-blu: il parziale iniziale di 13-0 mette sin da subito le cose in chiaro. Trascinate da capitan Di Pace, con 10 punti nel quarto, l’Ass. Atria Ruggi è compatta in difesa e lucida in attacco, con Ariano che trova i suoi primi punti solo dalla lunetta, 19-7 al termine dei primi dieci minuti. Sale poi in cattedra anche Di Concilio, regina del pitturato con 19 punti e 11 rimbalzi, che coadiuvata da Alfinito e Guastafierro, porta le sue all’intervallo lungo sul 29-14. Alla ripresa delle ostilità coach Calandrelli tenta il tutto per tutto: la maggiore fisicità e pressione della giovani arianesi rende il quarto di gioco molto equilibrato, ma con le ragazze di coach Pignata che continuano, seppur con qualche palla persa di troppo, a mantenere l’inerzia della gara; 42-28 al trentesimo. Nell’ultimo periodo di gioco le padroni di casa sono ormai in controllo, grazie anche al buon impatto della panchina, terminando cosi la gara con la tripla finale di Gentile.

Entusiasta a fine gara il trainer salernitano, Tommaso Pignata “Voglio fare i complimenti alle mie ragazze per la grande voglia e determinazione che hanno messo in campo sin dai primi minuti di gioco. Un atteggiamento che non sempre siamo riusciti ad avere nel corso delle scorse gare. Abbiamo poi avuto nella seconda metà di gara un calo fisico e qualche disattenzione difensiva che ha concesso qualche vantaggio in più alle nostre giovani avversarie. Siamo state brave a mantenere l’inerzia dalla nostra, prendendo con lucidità le giuste scelte. Dobbiamo però lavorare e migliorare le percentuali, visti i troppi errori al tiro, ma sono fiducioso in vista delle ultime gare di una stagione che vogliamo concludere in crescendo.”

Ufficio Stampa Basket Ruggi Salerno

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

15 MINUTI DA SOGNO, POI LA VALDICEPPO DEVE ARRENDERSI ALLA CAPOLISTA

Sicoma Valdiceppo - Poderosa Montegranaro 63-80

PARZIALI: 23-19, 22-22, 11-25, 11-14
SQUADRA A: Valdiceppo: Meccoli 14, Bracci, Negrotti, Burini 13, Panzieri, Casuscelli 7, Meschini 13, Orlandi 12, Giovagnoli 4, Anastasi. All. Pierotti
SQUADRA B: Poderosa Montegranaro: Di Viccaro 15, Broglia 15, Bedetti 8, Dip 18, Gueye 6, Milojevic, Paesano 3, Callara, Marzullo 5, Diomede 10. All. Ceccarelli

Image

Per nulla intimorita dal valore degli avversari, che si presentavano al PalaCestellini con un bilancio di una sola sconfitta e 14 vittorie consecutive, i ragazzi di coach Pierotti partono alla grande, giocando una pallacanestro spettacolare fatta di giocate in campo aperto e improvvise soluzioni dalla distanza. Sono ben cinque le triple a bersaglio per Burini e soci nel primo quarto, con Montegranaro in palese difficoltà nell'arginare la piena. Forse i migliori 15 minuti mai visti al Palacestellini per precisione al tiro, circolazione della palla, conclusioni acrobatiche al ferro, qualità del gioco espresso. Il problema per i padroni di casa è ancora una volta quello di proteggere la propria area in difesa, e le ricezioni profonde di Dip nel pitturato sono un rebus davvero difficile da risolvere. Trascinata da Meschini, Burini e capitan Casuscelli la Sicoma accumula fino a 15 lunghezze di vantaggio, ma progressivamente a ridosso della sirena di metà campo perde la presa sulla partita. A rimettere in corsa i marchigiani sono soprattutto i tiri liberi: le statistiche sono impietose, venti quelli tirati in metà partita dalla Poderosa, uno solo invece per la Valdiceppo. Un dato che non esime certo i due arbitri da responsabilità importanti nella valutazione dei contatti e nella gestione della gara, tanto da scontentare entrambe le panchine, frutto di un atteggiamento che è riuscito ad innervosire tutti. Ma certamente parla anche delle difficoltà da parte dei ponteggiani nel fare i conti con la fisicità e la mole degli avversari. Le frequenti gite in lunetta spezzettano la gara, fanno perdere alla Sicoma il ritmo indiavolato che le aveva permesso di scappare nel punteggio, e pur andando negli spogliatoi avanti di 4 sulle facce dei giocatori in maglia bianca non si legge nulla di buono. 
Previsione facile in effetti, perché Diomede e soci, passata la grande paura dell'inizio si rimettono a giocare, cominciano a segnare anche dalla distanza con Di Viccaro e Bedetti approfittando del fatto che il coach Pierotti è largamente costretto a ricorrere alla zona per proteggere i suoi dai falli. E soprattutto fanno il vuoto a rimbalzo: i chiodi sulla bara li pianta Broglia, per riesce a conquistare per 4 volte consecutive il rimbalzo offensivo, vanificando gli sforzi difensivi dei ponteggiani nel contrastare il tiro, e si porta a casa canestro e spesso fallo. Insomma, Montegranaro si mette a giocare la sua pallacanestro e non ce n'è più, nonostante un Meccoli salti sistematicamente il suo nell'uno contro uno, nonostante Orlandi non molli un centimetro fino alla fine. Non manca qualche contatto sopra le righe, a testimoniare che nessuno farà un passo indietro. Ma il punteggio nonè più in discussione, finisce 63-80.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

C&M Virtus Piscinola - Irtet Bk Casapulla 69-47

 

C&M PISCINOLA: Zaccaro C., Domenicone 15, Barometro 15, Savarese 7, Errico, Zaccaro A. 14, Guarino 11, Fiore 3, Cullia ne. All. Cimminiello

IRTET CASAPULLA: Delli Paoli ne, Di Lorenzo 14, Mastroianni ne, Bonsignore 1, D’Orta 4, Fusco, Damiano, Tartaglione ne, Nacca 8, Lillo G. 4, D’Aiello 16. All. Monteforte

ARBITRI: Carotenuto e Sacco di Salerno.

PARZIALI: 16-10, 38-26, 52-36.

Una rimaneggiatissima Irtet Casapulla cede di schianto alla Virtus Piscinola ed incassa la quarta sconfitta di fila nel girone di ritorno. Senza Olivetti ed Avella, i gialloviola resistono giusto la prima frazione contro gli agguerriti napoletani, pronti a dare l’anima per risalire la china in classifica. Coach Monteforte si affida a soli cinque senior e completa la panchina con ben tre Under 17. Di Lorenzo e D’Aiello tengono a galla nella frazione iniziale i casertani, che però ben presto vedono scappare via i padroni di casa che, trascinati da Barometro e dagli esperti Guarino e Domenicone, conducono di un paio di possessi alla prima pausa (16-10 al 10’). D’Orta e Nacca (tripla) provano a dare la scossa al Casapulla, che finalmente si affida maggiormente a D’Aiello sotto le plance. Il lungo di scuola Artus ricambia con 8 punti, ma i problemi sono soprattutto sul perimetro perché la Virtus sgancia ben cinque bombe che trovano il bersaglio, tre delle quali portano la firma del giovanissimo Alessandro Zaccaro (classe ’99),  ben spalleggiato nel periodo dal fratello maggiore Carmine. Così il margine da recuperare all’intervallo lungo è pressoché raddoppiato per l’Irtet che insegue 38-26. Anche nella ripresa la musica non cambia; i casapullesi prediligono il gioco interno, con D’Aiello e Peppe Lillo sugli scudi, mentre i dirimpettai, che pur non brillano in questo quarto, scappano grazie ai canestri pesanti di Barometro, Savarese e Guarino, chiudendo avanti la terza frazione 52-36. A buoi ormai scappati, il team di stanza sull’Appia prova almeno a custodire il +15 dell’andata, ma la sterilità offensiva, unita alla performance balistica dei nerostellati, guidati da Domenicome e Barometro, fanno sì che la C&M ribalti anche lo scarto della gara del PalaNatale, imponendosi con un sonoro 69-47. 

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla